RaiderZ US

RaiderZ US

Causa della inaspettata ma concepibile chiusura della versione Europea del gioco (un altro flop di Gameforge), ci siamo ritrovati ad iniziare nuovamente tutto da 0, questa volta sotto l’ala di PerfectWorld, casa produttrice non priva di difetti, ma sicuramente molto più affidabile di Gameforge.

RaiderZ è un Action MMORPG free to play di produzione Koreana (capirai che novità), oramai ben rodato e fixato anche nella sua controparte americana, in ritardo come update di solo 6 mesi rispetto alla versione Koreana.

Come di consueto si inizia con la creazione del personaggio, a mio avviso molto limitata.. è presente una sola razza (umana), e solo 4 classi, 2 magiche (cleric e sorcerer) e 2 fisiche (berseker e defender); da poco è stata aggiunta la 5a classe, l’assassino.

Il gameplay è semplice, lineare e molto intuitivo, basato tutto sulle capacità del giocatore, e su come, livello dopo livello, vengono settate le skill del pg.

Una volta scelto il personaggio che ci accompagnerà per ben 40 livelli, inizieremo la solita trafila di quest più o meno divertenti: da quelle di semplice “colloquio” con un NPC a quelle di assassinio, a quelle di recupero drop, a quelle di “scorta” di NPC.

Con i vari drop ricevuti dai semplici mob, dai boss o in generale nei dungeon, sarà possibile craftare armi ed armature, sempre più forti e letali..

Ogni volta che saliremo di livello ci verrà assegnato un “punto skill”, da spendere nel proprio “albero” di abilità.. dopo aver speso 10 punti nella propria categoria, sarà possibile dall’undicesimo livello iniziare a spenderne in categorie diverse..

A mio avviso gli ibridi non hanno per niente senso, in quanto le skill della propria categoria si potenziano l’un l’altra, prendendo skill di categorie diverse, si perderanno importanti potenziamenti che ne pregiudicheranno le effettive capacità offensive finali.

Le classi sono abbastanza bilanciate, sottolineo “abbastanza”, in quanto ci sono classi sbagliate, ad esempio il sorcerer, che al cap diventa una fottutissima macchina da guerra, che in zona PVP con ogni 2 skill fa 8 cadaveri!

La situazione prima dell’update Assassin

Le differenze rispetto alla versione europea si notano soprattutto riguardo a quanto il gioco è stato ben fixato in tutte le sue meccaniche, risolvendo tutti quei piccoli bug ereditati dalla versione nativa Koreana, e mai risolte nella versione Europea..

Il gioco è persino più semplice nei primi livelli, boss e dungeon, per salire piano piano di difficoltà intorno a livello 18-19..

La situazione dopo l’update Assassin

Inaspettatamente la difficoltà di gioco è stata innalzata notevolmente, non solo i dungeon sono più complicati ora, ma anche i vari materiali necessari per la creazione di armi ed armature, sono stati incrementati.

Tutto questo provoca una fastidiosa sensazione di “farming”, innaturale per chi ha imparato ad amare questo titolo.. Siamo stati abituati a raggiungere il cap con un nuovo personaggio in circa 3 settimane, ora ci saranno parecchi “punti morti” nel quale non ci saranno quest “ben remunerate” ad accompagnarci, nei quali si dovrà per forza fermarsi ad uccidere tonnellate di mob per salire di esperienza.

Un ultima riflessione è sul sistema di microtransizioni presente nel gioco: sarà possibile acquistare, tramite esborso di moneta reale, diversi oggetti.. da fashion items ai classici booster exp e drop, da cavalcature a (purtroppo) item che accrescono le possibilità di successo nell’enchant degli equip; sono proprio questi ultimi a rovinare il tutto, rendendo il gioco un quasi “pay to win”.. sottolineo “quasi”, visto che un impedito con tutto +9 può comunque perdere allegramente con un giocatore skillato con tutto +5..

In conclusione RaiderZ US è un bel gioco, fruibile anche al di fuori del territorio Statunitense senza particolari lag o problemi, ma che è stato reso farmoso e ripetitivo all’infinito, solo per dilungare di qualche settimana la scalata al cap, nella speranza che qualche shoppone spenda parte dei suoi money nel negozio di gioco.

Fondatore di SoulGuild. Amante di Videogames di ogni tipologia e possessore di ogni genere di console dal primo MSX a quelle contemporanee. Recensore in ambito Switch, PC, PS4 ed esclusivo per XboxOne.

5 Comments

  1. Il brutto di tanti giochi FTP purtroppo.
    Specialmente dove c’entri in qualche modo il meccanismo del farming, da come hai esposto nella recensione, forzato dall’ultima patch in questo titolo, che abbi anch’io modo di provare ed apprezzare, finchè la mia scarsa pazienza per i MMO non prese il sopravvento, come sempre (C aspirata toscana e R americana).
    Buona maniera per colpire nel portafoglio chi ama questo genere, ma abbia un carattere come il mio. Grazie a Dio non sono amante XD

  2. Si ma ribaltare il bilanciamento e la progressione del gioco, anni dopo la sua uscita non ha per niente senso, in quanto non fa altro che scoraggiare i nuovi player che cercano di avvicinarsi al gioco, i quali si trovano a scalare una montagna impervia, guardando dal basso verso l’alto i giocatori “veterani”, scoraggiandosi non solo nel vedere gente che si è shoppata l’impossibile ed ha tutto l’equip a +9, ma anche nella consapevolezza di quanta fatica dovrà fare anche solo per raggiungerne il livello.

    • Tutto vero, ma alle volte l’ingordigia dei produttori supera il loro amore nei confronti della loro creatura. Ed è da li, che inizia la discesa verso il fondo.
      Se non sistemano, prevedo una sostanziale diminuzione del bacino ti utenza, fino alla chiusura dei servers.

      • Quoto in parte, visto che il prodotto nasce come free to play secco, senza booster, senza augment % enchant, senza niente di acquistabile.. è stata data carta bianca ai “distributori” del gioco (in questo caso PerfectWorld), i quali possono forzare o meno la mano con acquisti più o meno onerosi e più o meno sbilancianti.. Gameforge nella versione europea ha gestito il gioco un po’ con le chiappe, lasciando bug noti senza correzione, introducendo un balancing della zona pvp che faceva acqua da tutte le parti.. ma almeno non potevi shopparti la vittoria!! PW sta giocando invece la carta del “massimo guadagno finchè dura”, carta ahime giocata anche in un fantastico gioco f2p (Cabal 2) che giocammo tempo fa, fino a provocarne la disfatta.
        I free to play a mio avviso sono il futuro, sia su pc che su console.. ma vanno saputi gestire, perchè i pay to win fanno cagare a tutti!!

  3. Quoto apo!!

Leave a Reply

Lost Password

Vai alla barra degli strumenti