Nintendo

Follow

Grafica o non grafica

Grafica o non grafica

Quanto conta nel mercato videoludico odierno l’aspetto tecnico/grafico di un titolo? E quanto una console di nuova generazione può permettersi di non curare questo aspetto come “fondamentale”?

Ebbene si, mi riferisco proprio alla nuova console di casa Nintendo, WiiU.

Sulla carta è un ottimo ibrido, tecnicamente leggermente superiore a Xbox360 e PS3 per quanto riguarda i calcoli al secondo, nettamente inferiore come calcoli di GPU (anche se Nintendo afferma che le software house attualmente non stanno sfruttando il supporto di gpu di appoggio fornito dal terzo core Power PC di cui è dotata la CPU), che si distingue solo per il suo innovativo gamepad con grosso schermo touch screen, in grado di mandare in streaming ciò che solitamente verrebbe riprodotto a video (solo per certi giochi), quindi per coloro che amano giocare spalmati sul divano mentre in tv guardano altro è un ottimo sistema di gioco.

Ma.. e qui metto un MA grosso come una casa.. siamo nel 2013.. ci stiamo oramai abituando ad un “quasi fotorealismo” nel mondo dei videogames, come si può continuare a nascondersi dietro un dito dicendo “ma le console Nintendo non puntano sulla grafica, ma sull’intrattenimento”? Non regge più questa scusa, visto che gli stessi possessori di queste console, nel veder comparire titoli di spessore ed ottimo realizzo (come l’atteso Castlevania per 3ds), urlano al miracolo grafico e si vantano per quanto sia bella la loro console; è proprio questo che gli utenti cercano, ma non lo ammetteranno mai!

Oramai anche i f2p (come l’ottimo Warframe) vengono realizzati con ottima grafica, come può Nintendo sopravvivere in un mercato che giorno dopo giorno sforna titoli tecnicamente anni luce avanti rispetto ai loro?

Ebbene si, non a tutti interessa questo aspetto come prioritario, viene messo realmente in primo piano l’intrattenimento e le altre qualità che i titoli di Nintendo riescono ad avere.. Qui emergono ovviamente le esclusive (vedi Mario in tutte le salse, Zelda e Monster Hunter), motivo per le quali molti videogiocatori hanno scelto di comprare la nuova console nipponica..

Come anche le future console di nuova generazione faranno, anche WiiU è stata messa sul mercato in perdita, manovra che può essere molto azzeccata qualora si punti sulle alte vendite dei titoli.. ma qui arriva il baratro, Nintendo ha pianificato le cose con le chiappe sto giro.. Visti i primi rumor sulle console NextGen ha voluto anticipare tutti con un lancio prematuro ed incompleto, console vendute senza aggiornamenti indispensabili (se all’atto di acquisto non la collegavi ad internet per scaricare la bellezza di 1GB di aggiornamento, 3 giochi su 4 non andavano) ed un parco titoli a dir poco ridicolo, puntando tutto sul solo “New SuperMario U”..

Il tempo darà il suo resoconto finale, ma se Nintendo non si decide a far uscire titoloni triplaA (oltre all’imminente Monster Hunter) prima dell’uscita o dell’approssimarsi della data di uscita delle nuove console NextGen, si scaverà definitivamente la tomba con il bel nome WiiU sulla lapide.

Per ora i dati confermano che il lancio di WiiU è stato appena migliore dei disastrosi lanci di PSP-go e PSP-vita.

Un ultima riflessione.. se solo uscisse Monster Hunter 4 anche su pc, quante copie venderebbe in più Nintendo? e soprattutto.. quante WiiU in meno venderebbe?

Fondatore di SoulGuild. Amante di Videogames di ogni tipologia e possessore di ogni genere di console dal primo MSX a quelle contemporanee. Recensore in ambito Switch, PC, PS4 ed esclusivo per XboxOne.

7 Comments

  1. Buone domande, Apo.
    Probabilmente ciò che afferma Nintendo è vero, come testimonia che i suoi giochi con grafica top-notch sono nettamente inferiori a blockbusters come Battlefield 3 (che però ha completamente ignorato l’aspetto gameplay) o Tomb Raider.

    E’ stata una scelta azzardata uscire con una console senza grandi pretese hardware poco prima dell’uscita delle console next gen, anche se onestamente, considerata la situazione economica vigente, mi sembra un bel salto nel vuoto per le due eterne rivali del panorama gaming. Almeno per quanto riguarda Italia e molti altri paesi europei.

    Tuttavia mi sento di puntare il dito contro l’industria del gaming giapponese in generale. Anche PS è bersaglio continuo di lamentele da parte del suo parco clienti per scelte amministrative, assicurazione di esclusive e gestione del settore online in generale.

    Il tempo ci dirà come andranno le cose. Per certo, sembra che ci sia una sorta di crisi interna al settore gaming, non so da cosa sia data, ma è ineluttabile che ci sia.

    • E detto tra noi, prediligo la giocabilità alla grafica fotorealistica.
      Fin troppo spesso, per ottenere la seconda, si inficia la prima, e le priorità risultano quindi essere al rovescio.

      • Si ok ma certi giochi, seppur molto giocabili e fruibili, sono inguardabili se messi a confronto con quello che c’è in giro oggigiorno.

        • Mi gioco ancora giochi DOS tramite emulatore, io!
          Quelli erano bei tempi per la giocabilità… Syndicate Wars, Wing Commander… Dove sono finiti i giochi che richiedevano un JOYSTICK???
          Si può dire quello che si vuole, ma un gioco brutto da veere ma bello da giocare te lo giochi lo stesso. Giochi belli da vedere ma che da giocare fanno cagare li getti nel dimenticatoio (Vedi BF3)

          • Sarà.. ma prediligo la grafica ben realizzata.. Ovvio che deve essere accompagnata da un ottima giocabilità.

    • La cosa certa è che tra i vari litiganti chi gode è di certo la controparte PC, la quale ha avuto nell’ultimo trimestre un altro netto incremento di vendite dei suoi vari titoli.. Sarà che sono usciti titoli del calibro di Crysis 3 (che personalmente mi sta parecchio annoiando), dead space 3, Tomb Raider e il nuovo colosso di casa Maxis SimCity (che giorno dopo giorno sta scalando le vette con delle vendite record).

      C’è da dire che per quanto riguarda le console next-gen che usciranno, se azzeccano il prezzo, sbancheranno di sicuro..
      Tanti preferiscono la comodità ed immediatezza delle console, se poi questo è seguito da un comparto tecnico con le contropalle non c’è crisi che tenga..

      • Si le consolle sono comode per l’immediatezza, ma se vuoi stare al passo con loro devi comunque spenderci parecchi soldi visto i grandi titoli che escono e, sopratutto le nuove consolle che periodicamente vengono cambiate per migliorarle.

Leave a Reply

Lost Password

Vai alla barra degli strumenti