Battlefield 4

PC PS3 PS4
Follow

Call of Duty: Ghost vs Battlefield 4

Call of Duty: Ghost vs Battlefield 4

Parlando di CoD si potrebbe esordire con le solite frasettine di circostanza, tipo “solita minestra riscaldata”, “stessa merda altro anno” o come abbian sempre detto noi “same shit, another CoD”, ma qualcosa quest’anno è veramente cambiato.

La multimilionaria saga di Call of Duty ha fatto registrare di anno in anno record di vendite assurde, le migliori in assoluto in ambito FPS, ma già dal 2012 un grande concorrente ha iniziato a far terra bruciata intorno a se, sto parlando di Battlefield. Proveniente da una saga di successi più o meno simulativi, dopo l’ottimo Battlefield: bad company 2, i produttori hanno deciso di cavalcare l’onda del successo del cugino CoD, arcadizzando il loro titolo; il successo è stato innegabile con BF3, peccato che in realtà il risultato sia stato un mischiotto ne carne ne pesce, e CoD ne ha approfittato per un altro anno di vendite record.

Quest’anno invece la lotta sarà più agguerrita. Sia CoD con Ghost che BF con il 4° capitolo sembrano aver dato molto peso ai feedback dei giocatori, andando a sistemare e a rivedere quasi completamente quei tanti piccoli difetti che hanno portato milioni di giocatori nel mondo a dire almeno una volta il classico “Gioco di Merda!!”

Ma procediamo con ordine:

Call of Duty: Ghost

Call-of-Duty-Ghosts1

10° capitolo della saga, finalmente abbandonato il motore vecchio di 6 anni.. o meglio, il motore è lo stesso di sempre, ma l’architettura è stata rivista da 0.. il risultato è ottimo seppur non all’altezza di un paragone con il cugino BF4 (ma nemmeno con BF3).

Come gameplay è il solito di sempre, ma con piccole seppur sostanziali migliorie.

Una volta entrato nella modalità multiplayer ci si trova di fronte solo a 3 scelte: Normale, Veterano e ClanVsClan. Le prime 2 non hanno bisogno di spiegazioni, la terza è un inedita categoria che permette di fare una sorta di Clan Wars, a cui solo i membri dei relativi Clan (creati tramite Call of Duty Elite) possono partecipare.

Personalmente ho testato molto la modalità veterano, e mi è sembrata molto più curata di tutti i capitoli precedenti.

La customizzazione del personaggio è rivista completamente. Ci si troverà di fronte alla scelta di un personaggio (partendo da quello di default), scegliendo che ruolo dargli tra incursore, corpo a corpo, cecchino, spia, ecc ecc. In base al ruolo scelto verranno sbloccate determinate armi ed accessori, per sbloccarne di nuovi, sarà necessario investire dei “team point”.

Questi “punti squadra” saranno comuni a tutti i personaggi creati, a differenza della exp (livello giocatore) e degli sblocchi, che partiranno da 0 per ogni personaggio del team.

Immagino che tutto ciò andrà a sostituire i prestigi..

Le killstreak sono come al solito customizzabili, ma si dividono in 3 categorie.. assalto (killstreak di attacco), supporto (killstreak di difesa e di supporto, non si resettano se si muore) e abilità (si viene ricompensati con dei perk invece che oggetti).

Altra bella novità è un sistema di “missioni secondarie”.. Durante le partite si potrà trovare una valigetta blu trasparente, la quale attiva una missione secondaria (tipo ammazza 3 nemici senza morire, ammazza 2 nemici da sdraiato, ammazza un nemico in corpo a corpo, ecc) che se verrà completata darà exp ed eventuali “team point” in base alla difficoltà.

Per quanto riguarda la modalità contro i bot segnalo che è stata aumentata la IA, quindi la difficoltà di gioco.. inoltre verranno ora dati punti esperienza validi per la crescita del personaggio, proprio come nel multiplayer.

Non ho ancora provato la modalità singleplayer (anche se dubito supererà le 10 ore di gioco) e la modalità estinzione, classica modalità contro gli zombie.

 

Battlefield4

battlefield4

diciamolo chiaramente.. l’anno scorso, superato l’entusiasmo iniziale, Battlefield 3 si è rivelato unaverammmerda®, pieno di conigli saltanti, carri armati di cartone, soppressione che rende i soldati dei rincoglioniti totali, missili che ti esplodono a 1m dal corpo e non ti uccidono, server pattoni e continui problemi di ogni sorta, tra disconnessioni e rallentamenti vari.

Urgeva un valido riassestamento di tutto, con sostanziali modifiche al gameplay di gioco, e stranamente è proprio avvenuto!! Dice ha finalmente dato valore ai feedback ricevuti, realizzando Battlefield 4 come desiderato dagli utenti finali.

Niente più coniglietti saltellanti per la mappa che evitano i proiettili, niente più carri armati di cartapesta (ora servono 2 cariche c4 o 3-4missili per tirarli giù), niente più soppressione esagerata (c’è una specie di soppressione se si viene colpiti in modo non letale), i missili hanno un area di esplosione più adeguata.. e tanto tanto altro!

Punto fondamentale è il gestore del gioco, il battlelog.. tanto odiato in battlefield 3 quanto amato nel 4.. ora è rapido e sensato, fa il suo dovere diligentemente.

Una volta entrato in gioco, rapida sistematina all’equipaggiamento, e via di cecchinate e combattimenti finalmente alla pari.. Sinceramente oltre ad essere un piacere per gli occhi, ora è anche un piacere giocarlo!!

Il single player invece è unaverammerda®.. bellissimo graficamente, ma con una trama banale e monotona, e veramente scriptato in tutto e per tutto.. ci sono intere sezioni di gioco nelle quali ci si sente un vero e proprio vagone di un treno, senza poter fare nulla al di fuori dei binari.

 

Se dovessi scegliere tra CoD: Ghost o Battlefield 4, sceglierei Splinter Cell: BlackList.. a parte gli scherzi.. sono validissimi entrambi, finalmente in grado di dare un nuovo motivo per tornare ad apprezzare gli FPS per quello che devono essere, strumenti in grado di divertire emozionando e mettere alla prova le proprie abilità.

Fondatore di SoulGuild. Amante di Videogames di ogni tipologia e possessore di ogni genere di console dal primo MSX a quelle contemporanee. Recensore in ambito Switch, PC, PS4 ed esclusivo per XboxOne.

2 Comments

  1. Ottimo articolo e ricordiamo…

    unaverammmerda® è un marchio registrato Soul Society Clan.

Leave a Reply

Lost Password

Vai alla barra degli strumenti